Creattiva a Napoli

Oggi è martedì dunque la fiera di Creattiva è abbondantemente finita quindi qualche considerazione da creativa-artigiana la posso fare. La prima cosa che mi sono chiesta appena uscita dalla fiera è stata: “ma possibile che siamo sempre la ruota di scorta di qualcun altro?”. Evento attesissimo soprattutto perchè finalmente una fiera di questo tipo fa tappa al sud anzichè rimanere un evento arginato

  dal centro in su. A cosa serve una fiera così? A portare novità creative e perchè no, che facciano anche tendenza e arte nel campo dell’artigianato e dell’hobbistica, a comprare attrezzi, aggeggi e materiali che non trovi facilmente o che trovi normalmente a prezzi alti, ad aggiornare il proprio background attraverso corsi a pagamento o dimostrazioni, a conoscere nuove realtà o come punto di incontro per artigiani ed hobbisti frequentati in rete….ecco cosa dovrebbe essere una fiera ma quello che ho visto per dinci non era questo!!!

A parte il punto d’incotnro con altre artigiane della rete e a parte qualche eccezione, il resto era “vecchio”. Sembrava la prima edizione di Bergamo Creattiva. Ma è possibile che qui al sud siano arrivate le “vecchie” tendenze? Tutte cose (tranne qualche eccezione ribadisco) che io ho visto un paio di anni fa in giro per fiere. Secondo me mancava: 1) le vere creative che portano le innovazioni, 2)riciclo creativo, nulla mentre ormai non si fa che parlare di questo nel web, 3)scrapbooking zero, 4) feltro (non industriale) meno che mai, moltissimi labinoltre erano basati sull’assemblaggio kit. Signori e signore organizzatrici lo so che lo scopo di una fiera è nettamente commerciale, so che i produttori e i creativi del nord non vengono al sud, so che il sud era un punto interrogativo ma che senso ha fare una fiera così? Che fine ha fatto lo scambio creativo, di idee e progetti che solo in un contesto simile possono nascere? Un gran mercatino dell’hobbisitca, poco economico e neanche tutta artigianale se vogliamo dirla tutta. Delusa?! Sì ma tuttavia contenta del risultato ottenuto perchè spero che ritornerete in primavera con una edizione più competitiva portando un progetto innovativo e al passo con le tendenze perchè noi al sud tuttavia non siamo poi così indietro coi tempi. Un grazie a chi ha voluto scommettere ed invenstire a Napoli. Oggi è martedì dunque la fiera di Creattiva è abbondantemente finita quindi qualche considerazione da creativa-artigiana la posso fare. La prima cosa che mi sono chiesta appena uscita dalla fiera è stata: “ma possibile che siamo sempre la ruota di scorta di qualcun altro?”. Evento attesissimo soprattutto perchè finalmente una fiera di questo tipo fa tappa al sud anzichè rimanere un evento arginato

 Anna-NearteNeparte

Anna Esposito
info@nearteneparte.net

Sono Anna, feltraia per amore ed educatrice per vocazione. Mi occupo di arte e artigianato tessile trasformando la lana cardata in oggetti per la casa ed accessori.

3 Comments
  • bear's house
    Posted at 10:11h, 31 ottobre Rispondi

    Ciao cara. Mi spiace molto.
    Purtroppo il lyout di una fiera è proprio questo.
    Non si è pensato a valorizzare la new per lo spavento del periodo, si sarebbe dovuto azzardare proprio in ambiente nuovo al pubblico.
    Un abbraccio. NI

  • erReMBi
    Posted at 12:12h, 17 novembre Rispondi

    Ciao se vuoi passa da me che ti ho dato un premio.
    A presto
    eReMBi

  • nearteneparte
    Posted at 01:31h, 20 novembre Rispondi

    ciao erRembi, grazie del premio ma mi farebbe tanto piacere la motivazione 😉 Anna-NearteNeparte

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.