giovedì 19 aprile 2018

è tempo di regalare feltromagie! ...tra lana e Kandinskij


Ti presento il mio nuovo progetto: "E' tempo di regalare Feltromagie!", nato in seguito alla scomparsa improvvisa del mio assistente pigro col quale passavamo molto tempo a giocare insieme con la lana. Ne usciva fuori sempre qualcosa di speciale e alla fine, eravamo entrambi più felici.
Con questa immagine che porterò sempre nel cuore, ho deciso di regalare il mio tempo e continuare a giocare con la lana facendo feltromagie a chi ha bisogno:
 di sorridere
 di rilassarsi
 di coltivare la fiducia in se stesso
 di giocare
 di lasciarsi andare
 di essere felice
 di esprimere delle emozioni.

Mi sono chiesta: posso io contribuire ad una sola cosa di queste scritte sopra? La risposta è stata affermativa ma non per mia bravura ma per la consapevolezza che la lana può fare una magia, ecco dunque che è arrivato il tempo di fare feltromagie!

In cosa consiste?
-1 volta al mese, regalerò un nearteLAB di feltro (ad ago o ad acqua) a persone che vivono una qualsiasi condizione di disagio. Arriverò con la mia valigia piena di lana fiaba, il mio cappello da cantastorie e inizeremo a giocare insieme.

Quali sono le condizioni per aderire al progetto?
- Sceglierò una tipologia precisa ogni mese (es. anziani, donne, genitori, bambini...) che rappresenterà l'utenza di un servizio specifico a carico di un'oganizzazione
- Accederò all'utenza SOLO attraverso la mediazione dei servizi di cooperative sociali, enti pubblici, enti privati con un servizio di presa in carico verso un'utenza, ONG, associazioni, comitati, scuole.
- Il servizio  dovrà avere sede nel territorio di Napoli e provincia o Caserta e provincia

Dammi tempo e cercherò di allargare il territorio ma ovviamente se ti interessa la proposta e mi ospiti, sarò felice di regalare feltromagie in qualsiasi luogo d'Italia!

Come aderire?
- Sui miei canali social, pagina Facebook e account Instagram , posterò,  il mese prima, la call per le adesioni del mese successivo e sarà possibile iscriversi seguendo le indicazioni.

Se non vuoi aspettare e credi che si possa organizzare una feltromagia proprio da te, allora scrivimi a nearteneparteweb@gmail.com e ne parleremo , sto ancora organizzando il calendario.

... a fine marzo ho lanciato la prima call; il nearteLAB in regalo era rivolto ad un gruppo di donne adulte con un vissuto attuale di disagio. Ha accolto la mia proposta, la cooperativa sociale La Locomotiva ONLUS di Napoli .
Ho annunciato inoltre che i lavori realizzati li avrei regalati all'associazione  culturale la Staffetta per la realizzazione di un'opera collettiva di fiber art in mostra ad Arezzo a giugno 2018 . Leggi tutto qui

Sabato 14 aprile ero dunque in uno dei servizi della cooperativa che accoglie donne con bambini tramite segnalazione dei servizi sociali. Mi ha accolto una delle responsabili del servizio Espedita Pacchioli
insieme ad un'equipe entusiasta del lavoro, Anna Marino, Francesca d'Aquale, Roberta Lezoche che hanno condotto la mediazione durante il nearteLAB e Giustina Passariello, Fortuna Varuni e Italia Minichini che contemporaneamente impegnavano i bimbi, figli e nipoti delle nostre donne intente a feltrare.  Ringrazio tutte per aver portato un pezzo di sè nel laboratorio, condividendo le proprie emozioni.
 Ho deciso di abbinare la lana all'uso dei colori partendo dal lavoro di Kandinskij. Mi son trasformata in cantastorie ed ho raccontato loro di questo pittore che comunicava attraverso i colori e la musica ed è così che ho detto loro di realizzare il proprio quadro astratto. 


4 postazioni: rossi e dintorni, blu e dintorni, viola e dintorni, verdi e dintorni, 4 postazioni con 4 tele da comporre in gruppo. Ciascuna ha scelto il  proprio colore di partenza e ha iniziato a creare forme, giochi di trasparenze e sovrapposizioni, poi le tele si son contaminate, tutte hanno contribuito alla tela delle altre, andando ad intervenire con forme e linee dello stesso colore. Ultimo passaggio è stato quello di intervenire a caso su una tela qualsiasi aggiungendo il "colore che mancava", seguendo ognuna il proprio gusto ed istinto. ... e poi via di feltratura!!!!!!!! Son venute fuori tele astratte dai cromatismi davvero belli ma anche ricche di significati da leggere con un cuore ed una mente aperta.

Nonostante le difficoltà in cui ogni giorno si vive, in queste donne c'è tutto l'amore che una mamma, una nonna, una zia possa donare al proprio bimbo e talvolta è questo amore che ti da la forza per affrontare il resto...
Capita invece che chi si mostra allegra, sempre spiritosa e caciarona in realtà nasconde dentro sè dei mostri profondi fatti di pensieri, ansie e tante cose non dette...




Grazie a tutte voi di avere partecipato a questo nearteLAB!
Guarda il video della 1° tappa del progetto
 

Nessun commento:

Posta un commento