venerdì 27 ottobre 2017

NearteNeparte ad Abilmente, storia di una sincronicità

Attenzione questo non è un post dove ti dico quanto è stata bella o quanto è stata brutta la fiera di Abilmente Vicenza 2017, in questo post ti racconto quanto sia importante ascoltare il proprio istinto per avere successo.La fiera di Abilmente per me è sempre stata un mondo magico da andare prima o poi a visitare per me che arrivo da terra Partenopea dove talvolta non tutto è così a portata di mano e quante volte ho sognato di parteciparvi come espositrice, ebbene i sogni si avverano lo garantisco, ma solo se si sa ascoltare la parte più profonda di se stessi e si lavora sodo e ora ti racconto come.

Nel 2016 avevo programmato di partecipare nel 2017 almeno ad una fiera di settore, di quelle grosse e a luglio ho aperto la partita iva proprio per questo motivo, mi ero programmata Creattiva a Napoli.
        Quest'anno ho studiato  ed investito molto su me stessa ed ho lavorato con professioniste sugli aspetti del marketing e della comunicazione online ma le mie professioniste sono tutte un pò magiche e quello che quest'anno mi è capitato forse è anche frutto di un pizzico di magia che in realtà Jung conosceva molto bene col nome di SINCRONICITA'. Per chi non lo sapesse, è quel fenomeno che tiene legate le persone in una rete di eventi che accadono in conseguenza ad una nostra azione o alla nostra volontà inconscia. Sì perchè non siamo individui slegati ma ogni nostra azione, ha conseguenze da qualche parte del mondo e se si impara a riconoscere questi eventi, possiamo capire molto di noi.
Ebbene, ritornando d Abilmente, posso dire che tutto è cominciato con una frase che ho letto in un libro "per avere ricchezza bisogna indossare sempre un pò di oro". Io, l'oro e i luccichii li ho sempre odiati quindi l'affermazione mi incuriosiva ma non avevo intenzione di indossare nulla di luccicoso addosso quindi l'unica cosa che ho fatto è stata trascrivere, nella mia craftroom, fra i buoni propositi, la frase: "iniziare ad amare il color oro".

Poco dopo, una mia carissima amica si è sposata, lei dipinge Mandàla e come bomboniera, ha realizzato a mano per i suoi ospiti, dei bellissimi mandala colorati con una frase di ispirazione, e secondo te a me quale capita? Quello color oro! La mia idea però ancora non cambiava riguardo all'oro e sono andata dritta per la mia strada senza ascoltare questo "suggerimento". A fine agosto, mi si rompe improvvisamente il cellulare, ne devo prendere uno, giro, mi informo, mi documento per quello più adatto alle mie esigenze, arrivo nello store con ventordicimila modelli e quello che ho scelto era finito, ne rimanevano solo due brandizzati, uno nero e l'altro...indovina come era? ORO. Lì per lì, ho fatto un cenno di disgusto, io con un cellulare oro non mi ci vedevo affatto, poi mi si è accesa una lampadina, ho messo insieme tutto e ho detto al commesso : "mi dia quello oro, che nella vita se si vuole aver richezza, bisogna avere accanto qualcosa di oro", il commesso al quale non poteva fregà de meno quale colore prendevo, mi ascolta, sorride e mi consegna il cellulare. Esco dallo store con una convinzione: avevo bisogno di accettare il color oro come parte integrante della palette dei colori senza snobbarlo e capire cosa sarebbe successo e sai cosa mi è successo? Il giorno dopo, entro in una cartoleria per compare un quadernino per gli appunti (ho la fissa dei quadernini belli ) e la commessa me ne mostra uno tutto pieno di fiori con la copertina rigida ma il mio occhio cade su uno scaffale dove c'era un diario luccicosissimo color oro con la scritta "Il diario della felicità- cerca di non essere un uomo di successo ma un uomo di valore". Mi si è aperto un varco nella testa.

 L'ho comprato subito ed ho iniziato a pensare che forse era arrivato il momento di dare il giusto valore a tutto il mio lavoro, renderlo prezioso e che la differenza fosse proprio il valore che do e metto nelle cose che faccio. Non dovevo sminuire nulla, curare tutto nei dettagli così da diventare prezioso agli occhi di chi mi guarda.
Non mi crederai ma da lì a poco è arrivato il contatto con la referente di Abilmente che mi chiede di creare un allestimento in feltro bianco e oro! "...un allestimento speciale che sia di ispirazione per il Natale e ricco di valore e preziosità" mi dice... beh se non è sincronicità questa non saprei in che altro modo chiamarla! Ecco dunque nata la mia proposta per un Natale Total White and Gold.
L'ultimo giorno di fiera, agli sgoccioli, mentre smontavo, mi si avvicina una donna e mi dice "complimenti il tuo lavoro è tutto molto prezioso, dai sempre valore alle tue mani  e alle tue idee"
Coincidenza? No, io non credo alle coincidenze.


Perchè ti ho raccontato tutto ciò?! Non per dirti di credere nelle magie che non esistono ma di credere nelle sincronicità e per accoglierle e capirle bisogna sempre essere predisposti all'ascolto di se stessi, sono importanti perchè ci indicano strade nuove da percorrere e cambiamenti da fare che non ci deludono mai.

E fu così che ho iniziato una relazione preziosa con l'oro.

Se vuoi vedere tutta la mia collezione oro perchè magari stai facendo il pensierino per un Natale oro  e total white, vai sul mio etsy shop



2 commenti:

  1. Anna anche se ancora non ci conosciamo personalmente mi sei sempre di ispirazione con le tue parole! Grazie e un forte sincero abbraccio!

    RispondiElimina