martedì 25 luglio 2017

chiacchiere estive sulla fiber art con NearteNeparte : la Biennale di Losanna

Dopo la scuola del Bauhaus e dopo la Triennale di Milano e Textiles USA, finalmente possiamo parlare per la prima volta di “Fiber art” e “Textile Art”, termini coniati dagli artisti tessili al debutto ufficiale di questo nuovo movimento artistico.

 Siamo nel 1962 e la Fiber art raggiunge un'autonomia linguistica e sperimentale rispetto all’arte della tessitura tradizionale mescolando insieme tradizione ed inovazione, gli artisti sanciscono il loro manifesto ufficiale.

Il luogo dove tutto ciò avviene è la Biennale Internazionale di Losanna in Svizzera promossa dal Centre international de la tapisserie ancienne e moderne (CITAM) dove contemporaneamente nasce il Forum Internazionale dedicato, che sarà un punto di riferimento internazionale molto importante con le Biennali di Losanna dal 1962-1995 .
Fra i fondatori del forum e della biennale, vi fu l'artista Jean Lurcat , pittore che aveva iniziato a sperimentare nuove forme tessili ispirandosi all'astrattismo e alla metafisica
 ARCHIVIO CITAM- Jean lurcat, Losanna 1962
In questo periodo si è visto lo sviluppo delle opere d'arte tessili, dall'arazzo alle più avanzate installazioni con materiali flessibili.

Nell'edizione del 1962 troviamo 60 artisti che si cimentano nella "Tapisserie haute e basse lisse" e fra questi troviamo Matisse e un interessante Le Corbusier

ARCHIVIO CITAM -Henry Matisse Losanna 1962

ARCHIVIO CITAM- Le Corbusier Losanna 1962

Ciò che è flessibile è tessile”

Questo il motto del movimento
Il campo delle tecniche e dei materiali è immenso : filati, corde, carte, tessuti, fibre, non filate, feltro, fili di metallo, plastiche, reti di plastica, tessiture con canne di plastica, con erbe, ramoscelli... ma ancora, il dipinto e la stampa su tessuto, realizzati con stampi fatti con i materiali più diversi, elastici, cucito a mano o a macchina insomma tutto questo rientra nella Fiber Art ed è davvero qualcosa di strepitoso, un immenso materiale pronto per essere plasmato e per aprire nuovi linguaggi.

Dal 1962 è stato tutto un divenire di sperimentazioni anche se dobbiamo aspettare gli anni 70 per avere un'esplosione della materia fuori gli schemi bidimensionali.
ARCHIVIO CITAM -Pablo Picasso Losanna, 1965

ARCHIVIO CITAM- Amaral De Olga Losanna 1967
ARCHIVIO CITAM - Abakanowicz Magdalena Losanna 1969

In seguito, sono nate altre Biennali nel mondo. La Cina nel 1998 ha rilevato i diritti della Biennale di Losanna e nell'ottobre 2010 si è svolta la 6° Biennale “da Losanna a Pechino”

Nessun commento:

Posta un commento